mercoledì 10 dicembre 2008

Il lettino nuovo

Appena rimasi incinta iniziai a documentarmi... Cercavo un libro che mi dicesse come dovevo comportarmi con il mio bimbo... Naturalmente non esiste un libro così, ogni bambino è diverso... ma ho trovato diversi libri che mi hanno dato una direzione e che mi hanno insegnato a riconoscere quello che Riccardo voleva dirmi.
Fra i libri che ho letto quelli derivanti dagli studi della Montessori affermavano che il bimbo dovrebbe dormire fin dai primi giorni in un materasso posato per terra, questo per permettergli l'assoluta libertà di movimento. Infatti sin da piccoli fanno minuscoli movimenti.
La cosa mi ha sempre lasciata un po' perplessa, perchè altre teorie affermavano che il bambino nei primi mesi ha bisogno dell'esatto contrario, cioè di sentirsi contenuto, come quando era nella pancia. Ho seguito questa seconda teoria perchè ho riscontrato che Riccardo dormiva più sereno se lo circodavo coi cuscini o si poteva appoggiare alle barre del lettino che, appunto, lo conteneva.
Però verso l'anno ha cominciato a camminare, poi ad arrampicarsi, e, in effetti, il lettino iniziava ad essergli stretto, cercava di uscire e gli limitava i movimenti.
Verso maggio gli ho comprato un lettino come quello degli asili, senza sponde alto una ventina di cm.
L'abbiamo montato solo l'altra sera, perchè prima non ero pronta all'idea che circolasse per casa liberamente anche di notte.
Quindi sono tre notti che ha il suo lettino da "bimbo grande".
Ieri mattina ore 6:18 sentiamo "pappa"
poi una manina accende di botto la luce!
Devo ricominciare a dargli il latte prima di metterlo a letto...

Nessun commento: